Ikea Piacenza, stato di agitazione contro i finti esuberi e l’ingordigia di profitto

Piacenza -

L'assemblea dei lavoratori e lavoratrici di IKEA dell’hub di Piacenza (magazzino Sud Europa) ha proclamato lo stato di agitazione contro i finti esuberi e la vera ingordigia di profitto.

USB presenterà alla coop San Martino (fornitore di servizi in IKEA) una piattaforma rivendicativa contro il tentativo di fare arretrare le conquiste pregresse.

Viene richiesto: il pagamento della malattia al 100%, il premio di produttività, il passaggio dal part time al full time su base volontaria, il pagamento della carenza contrattuale, la fine del clima di intimidazione interno, il pagamento dei tamponi per coloro che sono sprovvisti di green pass.

USB aprirà il contenzioso per i lavoratori precari in possesso dei requisiti per la stabilizzazione.

 

USB Logistica

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati